giovedì 12 aprile 2018

[Infografica] Interazione Dio-cane

Se hai letto in fretta il titolo di questo articolo, sappi che non sto per trattare l'etimologia di una bestemmia (non c'è scritto "imprecazione" ma "interazione"); in realtà voglio cogliere l'occasione per evidenziare come, forse, il cane è stato l'unico essere vivente a cogliere e fare proprio un certo messaggio che dovrebbe essere alla base della religione cristiana...
E c'è chi sostiene che gli animali non hanno un'anima... Chissà perché si chiamano "animali", allora...

6 commenti:

  1. Il punto è che Questo mondo rotola indietro. Quello che era giusto ora è divenuto sbagliato. Prendi il cane, amico fedele dell'uomo e prendi il cretore che ci ama tantissimo ma che non può essere accostato ad un animale (qualsiasi animale) e fanne una bestemmia.
    Come la frase in bocca al lupo a cui laaggioranza risponde: crepi! Quando invece il posto più sicuro in vui puoi essere è nella bocca di mamma lupo.
    Così per tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, mi pare questo sia il tuo primo messaggio nel mio blog, quindi innanzitutto benvenuta. :)

      A parte il fatto che non trovo esempi in cui il cane possa essere visto con una accezione negativa (dietro un cane che si comporta male c'è sempre un padrone che è peggio!), se a me dicono "Sei un cane", lo prendo un complimento, perché Dio dovrebbe essere così permaloso? Non li ha forse voluti due cani sull'arca?

      Elimina
    2. Si chiama rispetto. Dio non può essere al pari di umano e meno che meno di un animale. Se ha voluto i cani e anche per amore nostro.

      Elimina
    3. Allora neppure l'agnello va accostato a Dio.

      Elimina
  2. Eheh, che bimbetto impertinente il nostro Gas... titolo clickbait :p
    Ma apprezzo, molto, anche se non sono amante dei cani. Né del dio cristiano. Preferisco i gatti e gli egiziani.
    Dio-gatto, in sostanza, non è nemmeno una bestemmia ... e ci sarà un perché :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E con questo ho imparato cosa è un clickbait :) solo che, specie in questo blog, si potrebbe tradurre con l'italianissimo "specchietto per le allodole", no?

      Sugli egiziani concordo, anzi ti suggerisco un romanzo fantasy molto coinvolgente, "Creature della luce e delle tenebre" di Roger Zelazny! In attesa che ci facciano un film, io ci imbastii, a suo tempo, la colonna sonora, con titoli di testa accompagnati da "Struggle for pleasure" di Wim Mertens...
      Un po' meno concordo sui gatti... se ci sono anche cani di mezzo! ;)

      Elimina