giovedì 25 febbraio 2021

[Ristampa] Febbraio 2017


Esattamente quattro anni fa il blog propose ben 11 articoli, complice il fatto che lo smartphone stava perdendo colpi e avevo urgenza di salvare sul blog i vari "articoletti" che divulgavo sul broadcast Whatsapp.

  • Fra le gallery fotografiche, molto interessante quella sui paesaggi incredibili sul nostro pianeta, tra cui un cenno anche alle Grotte di Waitomo approfondite in tempi recenti.
  • Abbiamo fatto anche la conoscenza del coati. 😍

10 commenti:

  1. mi era sfuggito il video dei coati che interagiscono con gli umani :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A conferma che le "ristampe" non sono mai inutili. 😊

      Elimina
  2. Ma quindi questo orribile festival del sacrificio esiste ancora???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hanno fatto anche l'anno scorso, in piena pandemia. La Cina da anni mi apre il cuore a sentimenti razzisti; io che non mangio animali ritenuti "da tavola", sapere che lì mangiano cani! 😣

      Elimina
  3. Le grotte di Waitomo veramente incredibili!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le abbiamo "visitate" assieme sotto le feste natalizie. 😊

      Elimina
  4. Ci sono paesaggi sul nostro pianeta, veramente fantastici.

    RispondiElimina
  5. Il pensiero di hubert dovrebbe rimanere stampato nel nostro cervello, purtroppo invece perdiamo di vista "l'essenziale"..ogni anno seguo le barbarie dei festival, non cambia nulla😡impercettibili risultati😢meriterebbero l'estinzione! E non perché mangiano cani, ma per il sadismo e l'indifferenza con cui praticano sevizie e torture verso corpicini indifesi..è assurdo che nessuno al mondo riesca a schiacciare certi cervelli! E quando dico schiacciare intendo proprio le loro teste! Scusa ma quando penso al festival di julin mi sale il sangue al cervello😡
    Buongiorno gas, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo benissimo la tua rabbia e la condivido. Anche se riguarda una pratica localizzata, resta il fatto che il resto della nazione cinese accondiscende invece di vietare.

      Elimina