giovedì 28 gennaio 2021

[Notizia] Nuova Zelanda: gli animali sono senzienti


Molti dei miei lettori e amici non avevano bisogno che la conferma ufficiale arrivasse dalla Nuova Zelanda diventando una legge: tutte le specie animali sono senzienti, cioè sono in grado di provare sentimenti.

La Nuova Zelanda, già recente protagonista qui con la scheda sulle grotte di Waitomo, adotta un approccio senz'altro originale verso i diversi aspetti della vita, a cominciare dall'Animal Welfare Amendment Bill, una legge decisa nel 2015 per definire la legislazione sugli animali che, nel suo passo più rivoluzionario, afferma che "gli animali sono senzienti" e che "chi possiede un animale è responsabile del suo benessere".

Due semplici frasi note alla scienza ma che acquistano e conquistano un impiego pratico divenendo a tutti gli effetti commi di una legge: l’essere umano non è l’unico animale capace di provare sentimenti, anche tutti gli altri animali (non soltanto quelli domestici!) possiedono caratteristiche anatomiche, fisiologiche e chimiche che dimostrano come possano provare sentimenti, come dichiarato già nel 2013 dal gruppo di scienziati che sottoscrisse The Cambridge Declaration on Consciousness.

Un animale è consapevole del contesto in cui vive e soffre esattamente come un uomo quando accade qualcosa che lo turba. Di fatto, questo significa considerare la vita animale alla stregua di quella umana. Da qui il divieto di usare gli animali per la sperimentazione di farmaci e di cosmetici.
L’Animal Welfare Amendment Bill è, quindi, qualcosa che ci avvicina alla realizzazione di un mondo migliore: basterebbe prendere esempio dalla Nuova Zelanda.

14 commenti:

  1. Effettivamente non serviva uno scienziato per capire che gli animali provino dei sentimenti. Basterebbe guardargli negli occhi, fargli una carezza.
    Però è giusto che qualcuno abbia pensato di precisarlo in una legge.

    RispondiElimina
  2. Anche se rimango dell'idea che dinamiche umane e "animali" differiscano. Un cane ti sarà fedele comunque, che tu lo tratti da piccolo principe o che tu lo prenda a bastonate. Il che non significa che sia meno sensibile, ci mancherebbe. Significa che è meno contorto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le dinamiche umane e animali differiscono sicuramente, ciò fa parte della distinzione tra le specie; io metto però in dubbio che le dinamiche comportamentali umane siano le più "giuste".

      Elimina
    2. proprio ieri sera ho visto un film in cui veniva ribadito questo aspetto, una ragazza diceva "noi esseri umani non siamo nulla, se non fosse caduto quel meteorite sulla terra milioni di anni fa, ci sarebbero ancora i dinosauri"...
      in quanto alla notizia dell'articolo, mi viene da esclamare come Carlo Verdone, "Ma va'!" :)))

      Elimina
    3. Mi sa che visto quel film, tempo fa.

      Elimina
    4. Ehm, allora credo sia un altro film dove dicono una frase simile. 😄

      Elimina
    5. Più passa il tempo e più mi assalgono dubbi sulle "dinamiche umane".. perlomeno sulla loro logica, e conseguente eventuale bontà..

      Elimina
    6. "Io non domando a che razza appartenga un uomo, basta che sia un essere umano; nessuno può essere qualcosa di peggio." (Mark Twain)

      Elimina
  3. Io utilizzerei gli umani, tipo i condannati a morte: al posto di friggerli, fai sperimentazioni che servano per gli altri esseri umani.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno si guadagnerebbero il diritto di occupare il pianeta e consumarne ossigeno.

      Elimina
  4. Assolutamente si..tra tutte le specie animali solo l'uomo è capace di "tanto"😡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non meritiamo affatto il potere che ci siamo dati.

      Elimina