lunedì 25 gennaio 2021

[Ristampa] Gennaio 2017


Come un'ombra, la Ristampa segue fedelmente il calendario e, approdati al 2021, eccomi a riproporre il meglio del blog di quattro anni esatti fa. Fu, come dicembre, un altro mese piuttosto fiacco, dedicato prevalentemente a petizioni e cattive notizie.


Insomma un mese ben deprimente: riflettiamoci quando ci lamentiamo delle attuali restrizioni.

12 commenti:

  1. Almeno sembra stia andando in porto il referendum contro la caccia proposto dai 5S, sarebbe ora..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe ora sì! Purtroppo certe decisioni passano sempre da un referendum, per altre è sufficiente una diretta televisiva del premier...

      Elimina
    2. .. me lo immagino Conte: "Si potrà cacciare nel proprio soggiorno, fino a scadenza emergenza, dopo, anche in corridoio" ahah

      Elimina
    3. Sì ma non intendevo questo! 😁

      Elimina
  2. Mi ero perso l'ennesima idiozia, la proposta di legge regionale.
    Strano che la Brambilla di FI non abbia detto niente.
    Non mi pare comunque ci siano stati episodi in tal senso, che hanno creato il precedente che non auspicavi...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte fa piacere essersi sbagliati. Episodi, talvolta tragici, connessi con la pratica della caccia, ci sono comunque stati, ma è bene non esprimere i propri pensieri quando a morire è l'assassino, ops, il cacciatore, perché si alzano i vocioni di amici e parenti sui social con insulti anche pesanti, o giustificazioni circa tradizioni familiari di caccia.
      Per la serie "quando è il caso di chiudere una amicizia su Facebook perché mancano proprio le basi."

      Elimina
  3. di recente ho smesso di seguire una persona che pubblicava in continuazione video/foto di pellicce, aspetto che inizialmente non avevo notato, ho cercato di capire chiedendole se fossero pellicce sintetiche, lei mi ha risposto di no, aggiungendo in un secondo momento "qual è il problema? anch'io sono contraria a tante cose, ma non lo vado a dire alle persone"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una questione di essere favorevoli o contrari, ma di vivere nel rispetto di altre specie viventi. Non credo questa persona avrebbe piacere se le facessero lo scalpo per confezionare una parrucca e venderla, o le espiantassero degli organi senza consenso.

      Elimina
  4. Poveri cacciatori.
    Chi osava disturbarli?

    Ovviamente sono sarcastica, se non si fosse capito. No comment.

    RispondiElimina