sabato 19 maggio 2018

[Scheda] 200° articolo

Zitto zitto, quatto quatto, lemme lemme, il blog festeggia oggi l'articolo numero duecento, e per l'occasione, come fatto per il centesimo traguardo, l'argomento è un po' speciale... Il caldo è arrivato prepotente, l'estate si può dire alle porte, per cui ecco una rassegna dei luoghi d'interesse naturalistico più belli d'Italia! Perché ho scelto l'Italia? Semplicemente per dare a tutti un'occasione per visitarne almeno un paio senza doversi spostare troppo.

1) Grotta Azzurra di Capri - In epoca romana costituiva un riferimento termale, nei secoli ha poi subito un progressivo declino fino a essere riscoperta nel 1826 dall'artista August Kopisch. Caratterizzata da un ingresso parzialmente sommerso, offre ai visitatori uno spettacolo fiabesco e onirico, che alcune leggende volevano fosse popolata da spiriti e demoni.
2) Etna - Complesso vulcanico attivo situato a est della nostra principale isola maggiore, è il più alto della placca tettonica euro-asiatica. Capace più volte di modificare anche pericolosamente il paesaggio circostante, quasi a dimostrare la potenza della natura, dal 2013 l'UNESCO l'ha dichiarato patrimonio dell'umanità. Essere da quelle parti durante un'eruzione notturna rappresenta un'esperienza che ben pochi effetti speciali fatti al computer possono imitare!

3) Val d'Orcia in Toscana - Altro patrimonio mondiale dell'umanità (UNESCO 2004), ma già Area Naturale Protetta dal 1999, è situata tra la provincia di Siena e la regione Umbria. Offre un paesaggio collinare ricco di cipressi alternato a vari centri abitati di origine medioevale, oltre al Parco Artistico Naturale e Culturale.

4) Dolomiti - Complesso montuoso delle Alpi orientali italiane, sono patrimonio mondiale dell'umanità dal 2009, e devono il loro nome al naturalista francese Déodat de Dolomieu, che per primo ne studiò la roccia predominante, che in suo onore fu battezzata dolomia. Oltre a offrire paesaggi montani mozzafiato che con giochi di luce cambiano aspetto durante la giornata e nei vari mesi dell'anno, la regione delle Dolomiti ospita quattordici laghi, una flora variabile alle varie latitudini, e una moltitudine di specie faunistiche (caprioli, cervi, camosci, stambecchi, cinghiali, marmotte, scoiattoli, volpi, lepri, orsi bruni, linci, lupi, aquile reali, falchi pellegrini, poiane, corvi, civette, sparvieri, tordi, pettirossi, rane alpine, lucertole, ramarri, salamandre).

5) Isola dei Conigli - Appartenente all'arcipelago delle Pelagie (Agrigento), deve il suo nome, sin dal 1824, all'istmo di terra che, con la bassa marea, la collega alla costa, e che la cartografia successiva ha probabilmente mal tradotto (in arabo "rabit" vuol dire "collegamento", mentre "rabbit" in inglese significa "coniglio"). Isolotto di nemmeno cinque ettari, ospita la nidificazione delle tartarughe marine ed è stata accreditata più volte del titolo di spiaggia più bella del mondo!

6) Grotte della Poesia - Se vi capita di passare da Roca Vecchia, una frazione di Meledugno (Lecce), visitando l'area archeologica vi imbatterete probabilmente in queste due suggestive piscine naturali di acqua dolce balneabili, distanti circa 60 metri tra loro, che in realtà sono grotte carsiche cui sono crollati i tetti.

7) Cascate del Rio Verde - In Abruzzo, inserite nella Riserva Naturale e Oasi WWF "Cascate del Verde" nel comune di Borrello (Chieti), è possibile ammirare le cascate naturali più alte dell'intero Appennino, immerse in una ricca vegetazione dominata dal leccio ma con presenza anche di faggio e abete bianco. La fauna è invece essenzialmente rappresentata da insetti acquatici, trote, granchi di fiume, gamberi di fiume, puzzole, gatti selvatici e lontre.

Fonte di riferimento: Idealista.

4 commenti:

  1. Tra queste ho visto solo le Dolomiti! Pensa, non sono mai andato alle cascate, che ho a pochi km da qui (ma ti assicuro che qua ve ne sono di simili e non pubblicizzate).
    La Grotta Azzurra dev'essere certamente magica.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle Dolomiti ci sono stato anche io :) , e in gita scolastica sull'Etna.
      Non essendo un grande viaggiatore, mi sono ispirato al link che ho segnalato in calce all'articolo, ma l'Italia è un tesoro artistico e naturalistico senza eguali!
      Dalle tue parti devo venirci, quanto meno per raggiungere le ambientazioni alla "Twin Peaks" grazie alle quali ho scoperto il tuo blog! Se poi ci uscisse pure un posto di lavoro... ;)

      Elimina
  2. Io l'Etna lo vedo ogni estate, mia nonna è siciliana!
    Un abbracico e auguroni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Io sono di padre siciliano, tra l'altro...

      Elimina