lunedì 15 agosto 2022

[Notizia] Ghiacciai da proteggere

La recente tragedia della Marmolada, allo stesso modo del dramma della siccità, sono problemi annunciati, dai vari allarmi sui cambiamenti climatici causati dalle emissioni di gas serra prodotte dalle attività dell'uomo. L'immagine satellitare mostra come stiano scomparendo i ghiacciai italiani...


La Marmolada è un ghiacciaio che si trova nel gruppo montuoso delle Dolomiti, tra le province di Trento e Belluno. I ghiacciai che scompaiono sono un problema che interessa tutta l'Italia perché costituiscono un'importante risorsa idrica e un tassello fondamentale nella produzione di energia idroelettrica.

La tragedia della Marmolada è avvenuta a causa dell'incremento delle temperature di questa estate, che a loro volta sono state causate dai cambiamenti climatici in atto. La soluzione per scongiurare i peggiori effetti della crisi climatica è una sola: abbandonare le fonti fossili, investire su energia rinnovabile ed efficienza energetica, e dare seguito con urgenza agli impegni per la riduzione delle emissioni che incidono sul clima. 

Il recente crollo del ghiacciaio è il simbolo dell'intensità dei cambiamenti climatici che stiamo causando e di cui siamo vittime. In 40-50 anni, se non ci sarà una decisa inversione nella tendenza delle temperature e delle precipitazioni nevose, la quasi totalità dei ghiacciai alpini e molti delle altre catene montuose si estingueranno, e con essi una delle principali risorse idriche e idroelettriche italiane.

(Fonte: Greenpeace)

10 commenti:

  1. Ogni volta che vedo le foto dei ghiacciai che stanno scomparendo mi si gela il sangue. Le persone di tutto il mondo molto probabilmente ignorano le conseguenze terribili che comporterebbe lo scioglimento dei ghiacciai. Bisogna passare al rinnovabile adesso, ma nessuno prende in mano la situazione. Basta pensare a Draghi che con il problema dell gas russo dimezzato è ricorso all’apertura delle centrali a carbone. Invece di andare avanti, andiamo indietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo andando dritti dritti verso l'autodistruzione, schiavi del denaro. Eppure di surriscaldamento, effetto serra, buco dell'ozono si parla da quando andavo alle elementari! Ora è tardi per fare qualcosa e vivere abbastanza per vederne i risultati migliorativi.

      Elimina
  2. In pratica il nostro governo se ne preoccuperà tra 40 o 50 anni. Se pure. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A livello di promesse elettorali ne parlano una volta sì e l'altra pure. Per questo a me fanno oramai schifo tutti, in particolare i politici delle nazioni più inquinanti.

      Elimina
  3. Manca la volontà d'intervenire, finché si voterà persone nemiche della Terra, non vedo un bel futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sarebbe già dovuto intervenire, ma le questioni ambientali finiscono sempre in secondo se non terzo piano da parte della politica, indipendentemente dallo schieramento. Al limite fanno promesse pre elettorali, e per questo io mi astengo dal votarli.

      Elimina
  4. Sconforto, pessimismo, delusione, tristezza.
    Il dramma è che la maggior parte della gente non è consapevole della tragedia annunciata, continua a consumare come se CI FOSSE un domani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A tal proposito capita a pennello una citazione da Capitan Harlock: "Gli esseri umani vivono ignari del pericolo che li sovrasta e preferiscono dedicarsi ai loro intrighi e passatempi anziché meditare sugli ammonimenti dei più saggi. I governanti, dal canto loro, incarnano perfettamente la mentalità e la morale del popolo."

      Elimina
  5. È così, dai tempi dei tempi.

    RispondiElimina

Blogger ha modificato il modulo dei commenti rendendolo molto scomodo poiché dopo alcune righe scritte, non scorre più. Mi scuso per il disagio che non dipende da una mia scelta.