giovedì 3 dicembre 2020

[Notizia] Finalmente chiuso, e per sempre!


Dopo un periodo di quarantena, la squadra di salvataggio di HSI ha potuto finalmente agire e portare in salvo quasi 200 cani dalla Corea del Sud: finalmente il 17° crudele allevamento di cani da carne è stato chiuso per sempre! Dopo un lungo volo, i cani sono arrivati sani e salvi negli Stati Uniti, ospitati temporaneamente nei rifugi dell'associazione per ricevere le prime cure urgenti.
Per questi cani il viaggio verso la libertà è appena iniziato, ora li attende un recupero psicofisico per poter quindi essere adottati e condurre finalmente una nuova vita felice.

Negli ultimi cinque anni HSI ha salvato oltre 2.000 cani destinati al consumo alimentare.

(Articolo tratto e adattato dalla newsletter di Martina Pluda, direttrice HSI Italia)

18 commenti:

  1. E speriamo non si fermi HSI in questa crociata per salvare cani e spero anche altri animali .
    Certo che leggere cani destinati al consumo alimentare mette i brividi.
    Ottimo risultato ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono "culture" differenti dalla nostra. Virgolette perché si chiamano così sebbene io definisca ben altro sotto quel termine.

      Elimina
    2. Un ristorante dei castelli romani ha spacciato per anni gatti per conigli. Ma nessuno ha mai fiatato. Se non sai, non ti impressiona. :(

      Elimina
    3. A me impressiona già l'idea.
      Gatto spacciato per coniglio credo sia una pratica diffusa: da me il "giro" fu spezzato quando lo vendettero dimenticandosi la coda... Il cosiddetto "coniglio a coda lunga"... 😒

      Elimina
  2. Mi chiedo sempre se la differenza sia tutta nel fatto che, per il mondo occidentale, sono fedeli animali da compagnia...
    Ma si sa che alcuni orientali mangiano qualsiasi cosa esista e respiri su questo pianeta...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scritto in risposta a MAX, ogni popolo ha i propri animali "intoccabili". Non credo in Corea del Sud mangino ogni essere vivente, magari risparmiano le alici che noi mettiamo nel calzone di cipolle senza manco pensare che erano animali che nuotavano tranquilli nel mare...
      Il problema è che non si forma una coscienza collettiva secondo cui si ritenga abominevole nutrirsi a costo della vita di un altro essere vivente.

      Elimina
    2. Ecco.. il problema è questo.. dovremmo smetterla di mangiare incoscientemente.. ma la vedo dura..

      Elimina
    3. Durissima. Io ci ho messo un paio di decenni, togliendo un animale per volta dalla mia alimentazione, e soprattutto imparando a cucinare piatti vegetariani o vegani che, gratificandomi, mi hanno incoraggiato a proseguire.
      Ora sto nella fase in cui cerco l'ortaggio, il cereale, la verdura meno contaminati possibile da pesticidi, nei limiti di una spesa sostenibile.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Piccoli traguardi, ma la redenzione umana la vedo lontana.

      Elimina
  4. Mi sembra un'ottima notizia, sebbene sia d'accordo con chi dice che non dovrebbero esistere animali di serie A e animali di serie B.
    Ma da onnivora quale sono, non mi sento idonea ad esprimere giudizi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo sull'equità tra animali 🤝 . Proprio considerando il coniglio un animale domestico iniziai a non nutrirmene più; poi passai a rispettare anche il cavallo, e via via tutti gli animali considerati cibo sono diventati per me esseri viventi della cui sofferenza non merito di nutrirmi.

      Resta un settore in cui si va avanti con piccoli successi a fronte di tante crudeltà volendo evitabili.

      Elimina
  5. Ci hai dato un'ottima notizia. Speriamo che abbiano sempre abbastanza fondi per continuare la "crociata" si salvataggio.

    RispondiElimina
  6. Notizia straordinaria alla quale poi io aggiungo questo dato che tu pubblichi a chiusura del post: "Negli ultimi cinque anni HSI ha salvato oltre 2.000 cani destinati al consumo alimentare." Ecco questo dato mi accende ancora di più di gioia perché dimostra che la notizia che hai dato non è frutto di un evento estemporaneo ma si unisce ad altre azioni simili andate a buon fine e ad un impegno costante e vincente che riesce a salvare questi cani meravigliosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Daniele, sono sempre processi lunghi e faticosi, nei quali lo scoraggiamento per le ostruzioni incontrate è spesso forte. Per questo è importante essere in molti a dare sostegno a queste organizzazioni. 💪

      Elimina
  7. Che bella notizia! Grazie di avercelo comunicato. Ciao Gas.

    RispondiElimina