giovedì 4 novembre 2021

[Petizione] Fermiamo l'orrore negli allevamenti Grana Padano


E' ancora fresco il ricordo di quanto svelato a proposito del Parmigiano Reggiano, che un altro celebre marchio della gastronomia italiana non si rivela migliore: sto parlando di un'indagine shock condotta da Essere Animali in un allevamento che produce Grana Padano nella provincia di Brescia.

Una doverosa premessa: Essere Animali aveva già diffuso a luglio un video atroce relativo a un allevamento bovino per la produzione di Grana Padano nel bergamasco, ottenendo dal Consorzio Tutela del Grana Padano l'affermazione che trattavasi di un caso isolato, non rappresentativo dell'intera filiera...

Ebbene, nella seconda azienda ispezionata sono stati filmati animali immersi nelle loro feci e ammassati a decine di vitelli morti.
Il Grana Padano è il formaggio DOP più consumato al mondo e non sono tollerabili irregolarità del genere, aggravate dal fatto che l'attuale legislazione le permette. Per questo, assieme a 79 ONG in tutto il mondo, si chiede a gran voce alla Commissione Europea una completa revisione della legislazione sulla protezione degli animali da allevamento: FIRMA QUI LA PETIZIONE! Non è obbligatorio inserire il numero di telefono.

Le irregolarità documentate:
  • Vitelli morti per carenti condizioni igienico-sanitarie: recinti rotti e con parti arrugginite che possono ferire gli animali. Alcuni vitelli sono stati trovati morti soffocati con la testa incastrata nelle sbarre della mangiatoia, senza che qualcuno li abbia salvati (incompetenza o strafottenza?), altri si ammalano e le loro gabbie non vengono pulite dalle loro feci.
  • Animali sporchi, inclusi i capezzoli dai quali si effettua la mungitura del latte destinato a diventare il "prestigioso" formaggio. L'accumulo della sporcizia (fango mescolato a escrementi) è tale da rendere difficile la deambulazione delle vacche, con probabile rischio di infortuni.
  • E' stata filmata la nascita di un vitello, "agevolata" con una corda legata alle zampe anteriori dell'animale per poterlo trascinare appena nato lontano dalla madre. Questo per agevolare la mungitura e poter destinare la massima quota parte possibile di latte al mercato.
  • I vitelli, una volta allontanati dalla madre, sono reclusi - a norma di legge - entro anguste gabbie individuali. Ma i bastardi del Grana Padano, per risparmiare spazio, forzano due vitelli a condividere gabbie che a stento sono sufficiente a un solo animale!
L'intera documentazione è visionabile a questo link, come sempre evito di pubblicarla direttamente per non urtare le persone più sensibili.

6 commenti:

  1. A pensarci non dovremmo mangiare più. Se dovessi limitarmi alle fave poi.. ahah
    Ma a parte gli scherzi, quello che denunci è un fenomeno che, acclarato il maltrattamento abituale e costante verso gli altri esseri umani, diventa quasi assorbibile da parte di ogni essere con un minimo di sensibilità. Giustamente da qualche parte bisogna pur cominciare e comunque dovremmo rendere partecipi tutti di ogni scempio esistente. Ma come ben sai l'ipocrisia Umana supera ogni limite e dietro una parvenza buonista possono rivelarsi lati diabolici. Dovremmo essere sottoposti tutti, di nuovo, ad un reset di fabbrica che evidenze tare involute e guasti irreparabili. Ma credo sia davvero tardi ormai, andiamo verso la fine, veloci e senza scampo. Questione davvero di poco tempo..altro che soluzioni per il 2070.. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Schierarsi dalla parte degli animali non significa voltarsi di spalle innanzi alle violenze perpetrate dall'uomo sull'uomo, con la differenza che queste ultime per lo meno possono essere oggetto di sanzioni penali, mentre i poveri animali sono tranquillamente oggetto di umiliazioni e maltrattamenti da parte di sadici bastardi, che magari sfogano le loro perversioni sugli animali non avendo gli attributi per assumersi le responsabilità di una violenza contro un proprio simile.
      Sono d'accordo che andiamo verso la fine, per lo meno la nostra generazione non vedrà l'uscita da questo tunnel in caduta libera, al massimo potrà iniziare un lungo processo di "pulizia" (ma che aspetta chi ne ha la facoltà di farlo?), intanto la specie umana è un malato terminale che si sta distruggendo per il benessere di pochi, dei quali non è nemmeno difficile recuperare nomi e cognomi!

      Elimina
  2. Hai voglia chiedersi se è meglio il Parmigiano o il Grana... 😑😑

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambi sono fatti attraverso sofferenze. 😖

      Elimina
  3. Ci sono allevamenti in condizioni pietose, gli animali vanno rispettati, tra l'altro molti prodotti sono a marchio DOC.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I marchi DOC, DOP, ecc... riguardano l'origine del prodotto, non certo il rispetto degli animali. Piuttosto queste aziende sono prive di vergogna, sapendo di produrre qualcosa di noto in tutto il mondo, se ne fregano di trattare decentemente gli animali!

      Elimina