giovedì 19 novembre 2020

[Notizia] Dall'Unione Europea consultazione a tutela delle foreste


Oltre un anno fa questo blog ha sostenuto una petizione contro la deforestazione legata alla produzione di olio di palma, cacao e altre materie prime. Greenpeace, promotrice dell'iniziativa, ha una buona notizia in merito che condivido volentieri, perché "Amici animali" non dimentica!

La crescente mobilitazione in difesa delle foreste, insieme a una maggiore sensibilità dei cittadini sull’importanza di ridurre il consumo di carne e latticini, ha spinto l’Unione Europea ad affrontare il tema del legame fra la produzione di cibo e di altre materie prime destinate al nostro mercato e la distruzione delle foreste del Pianeta; è stata infatti aperta una Consultazione pubblica sul tema, cioè l'UE ha messo a disposizione di tutti i cittadini un questionario da compilare entro il 10 Dicembre per manifestare il proprio pensiero in merito.

Le domande del questionario sono oltre 20 e in inglese, ma Greenpeace, insieme a oltre 100 associazioni italiane e internazionali, ha tradotto le domande e predisposto le risposte, creando una forma precompilata da inviare in modo semplice con un solo click, attraverso questo link. Dalla pagina di Greenpeace è possibile accedere al testo originale del questionario.

A livello globale, l'UE è responsabile di oltre il 10% della distruzione delle foreste attraverso il consumo di prodotti quali carne, latticini, soia destinata alla mangimistica, olio di palma, caffè e cacao. Questa Consultazione è un passaggio fondamentale per poter ottenere finalmente una normativa comunitaria stringente che ponga fine alla circolazione sul mercato europeo di materie prime e prodotti la cui estrazione, raccolta o produzione ha o rischia di avere un impatto negativo su foreste, altri ecosistemi e diritti umani.

Circa 200.000 persone hanno già partecipato alla Consultazione, ma non sono abbastanza, occorre fare di più per portare queste istanze ambientali in cima all’agenda europea.

10 commenti:

  1. Mi sembra un'ottima notizia e spero che tutti i tuoi lettori (e non solo) compilino il questionario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro questa consultazione scaturisce da una petizione (vedi link in apertura di articolo) dove commentasti che ne attendevi fiduciosa i frutti. 😉

      Elimina
  2. Il pianeta deve essere salvaguardato, ogni iniziativa è ottima.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, purtroppo le iniziative che danneggiano il pianeta sono attuate senza chiedere l'autorizzazione ai popoli.

      Elimina
  3. Sperando che davvero per ogni distruzione si possa comunque ripiantare, dopotutto la materia prima occorre... no?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria per ogni albero abbattuto se ne dovrebbe piantare un altro, invece abbattono alberi per fare spazio principalmente a piantagioni destinate a soia per gli allevamenti intensivi.

      Elimina
  4. Ci stiamo estinguendo.. senza nessun pentimento. E' triste da constatare.
    Firmato e sparso tra i miei contatti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franco! 👍
      Secondo Greenpeace ci restano 10 anni prima del punto di non ritorno, ma dobbiamo colpire al cuore chi sta manipolando il pianeta per l'interesse economico di pochi... Prossimamente su questo blog! 💪

      Elimina